Home/\Lo standard_/\_I maschi_/\Le femmine_/\Cuccioli/Lecure_/\Guestbook_/\Leexpo_/\_Saiche.._/\_Info&_/\_Links_/\Friends

   

 

   E' la prima razza creata dagli americani: diretto discendente dei cani da combattimento britannici (quindi lontano parente del Pitt Bull): deriva da incroci di Bulldog inglesi, di media taglia, con white English Terrier, anche se si sostiene abbiano partecipato, alla costruzione della razza, anche il Boxer ed il Bouledogue francese.
   E' chiamato anche "Little American Gentelman" (piccolo gentiluomo americano) o Boston Bull.
   Nella seconda meta' del XIX secolo i combattimenti fra cani erano molto in voga sulle sponde dell'Atlantico, dove avevano sostituito quelli cane/toro proibiti in Inghilterra nel 1835.
   Il Bulldog inglese, considerato troppo pesante per questo genere di combattimenti, fu incrociato con i Terrier per ottenere una razza maggiormente idonea a queste manifestazioni.
   Nel 1865, secondo la tradizione, arrivo' a Boston, da Liverpool, un magnific esemplare, di circa 32 libbre:
Judge, capostipite degli attuali Boston Terrier!
   Era un esemplare di
15 Kg circa, molto solido, ben proporzionato e con il caratteristico colore dell'odierno Boston Terrier: tigrato scuro (brindle), con una striscia bianca sulla fronte ed un ampio collare bianco, incrocio, occasionale, fra un Bulldog e un terrier inglese ormai estinto. Fu accoppiato con una femmina di nome: Gyp, sempre d'impronta Bulldog, con testa squadrata e struttura pesante.

   Nel 1899 una quarantina di allevatori di Boston diedero vita all' American Bull Terrier Club, e nel 1891 ne chiesero il riconoscimento all' AKC. Gli altri club di Bull Terrier si opposero. Il Boston Terrier, ed il suo club, furono riconosciuti ufficialmente nel 1893 dall'American Kennel Club, con il nome suggerito, qualche anno prima, da James Watson, cinofilo e scrittore americano. Nel 1979 il Governatore del Massachussets lo ha dichiarato " cane ufficiale dello Stato".


   E' un cane che non necessita di particolari cure, solo i grandi occhi neri, pieni di tenerezza, hanno bisogno di costante attenzione, in quanto affiorando, leggermente, dalla testa si trovano esposti agli agenti esterni.
   Da evitare gli sforzi, prolungati ed intensi,e l'esposizione prolungata al calore: la faccia piatta e la canna nasale corta comporta le caratteristiche difficolta' respiratorie dei molossoidi, da cui discende.
   L'impressione tipica del Boston Terrier e' quella di un cane gentile, elegante, forte, atletico, dal corpo piuttosto corto e ben strutturato, compatto, arti robusti e buona muscolatura.
   Vivace, non eccessivamente irrequieto, e' sempre attento a quanto lo circonda e sa richiamare l'attenzione in caso di avvenimenti insoliti. Puo' dimostrarsi un po' testardo, come tutti i cani intelligenti che sanno scoprire le debolezze dei padroni e regolarsi di conseguenza.
   Non e' particolarmente conosciuto in Europa, ma lo sara' molto presto.

           Copyright: 2004/2010 - www.bostonspirats.it